Archivi | Piano Strategico

Presentate le strategie: ecco gli abstract

Venedì 16 luglio 2010, presso il Teatro Comunale, ad un anno di distanza dal Forum di lancio, il Piano Strategico della città di Atri è stato presentato al pubblico con l’obiettivo di realizzare un momento di confronto e partecipazione sui temi dello sviluppo e per affermare la centralità della comunità locale nelle dinamiche di cambiamento progettate.

Al fine di rendere più articolate e fruibili le strategie elaborate, il Piano è stato presentato in forma di documento audiovisivo, un percorso di lettura nel quale sono stati descritti gli obiettivi e i contenuti della pianificazione dando voce agli stakeholders del territorio.

La modalità di presentazione delle strategie elaborate è il frutto del processo di condivisione che ha contraddistinto l’intera elaborazione del Piano.

Dal mese di marzo 2009 infatti, l’Amministrazione Comunale di Atri ha avviato attraverso il CE.SVI.L. (Centro per lo Sviluppo Locale) un ambizioso progetto di pianificazione strategica con l’obiettivo principale di unire tutta la comunità locale nella riflessione sul proprio presente e sul proprio futuro, al fine di capire cosa è necessario fare per risolvere i problemi presenti e per lavorare al meglio verso un modello di città più coesa, accogliente, dinamica e competitiva.

Il processo di pianificazione strategica è stato indirizzato verso l’elaborazione di azioni e progetti in grado di intervenire sulla realtà e sulle condizioni di vita dei cittadini in forma condivisa e partecipata ed ha portato all’elaborazione di 4 linee strategiche che costituiranno riferimento essenziale per le future attività di pianificazione che interesseranno il Comune di Atri:

  • Tutela della Biodiversita’ e Green Economy;
  • Assetto Sostenibile e Condiviso del Territorio di Atri;
  • Verso una qualità sociale diffusa. Linee strategiche per lo sviluppo sociale e comunitario di Atri;
  • Strategia per lo sviluppo di una economia turistica e di un Distretto Turistico Locale (D.T.L.).

Scarica gli abstract delle strategie: Absrtact_PS_Atri_16 luglio

Avviata la Verifica di Assoggettabilità a VAS

In base a quanto stabilito dal D.Lgs. n.4 del 16 gennaio 2008 “Ulteriori disposizioni correttive ed integrative del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, recante norme in materia ambientale”, il Piano strategico della Città di Atri rientra nel campo di applicazione della Verifica di Assoggettabilità a Valutazione Ambientale Strategica.

Rimanendo in linea con i principi partecipativi tipici dello sviluppo sostenibile, che fin dalle prime fasi hanno caratterizzato la redazione del Piano, si è deciso di interpretare la procedura di verifica di assoggettabilità in senso estensivo, mettendo a disposizione il rapporto preliminare ambientale non solo delle Autorità con Competenza Ambientale (ACA) interessate, ma di chiunque voglia prenderne visione.

Ciò rafforzerà la condivisione dei documenti strategici elaborati e renderà più trasparente il processo di piano.

E’ possibile scaricare il Rapporto dal seguente link: Rapporto Preliminare_VAS

Il Piano Strategico per la Riserva dei Calanchi

In occasione della redazione del nuovo Piano d’Assetto Naturalistico (PAN) della Riserva dei Calanchi di Atri, avviata dal Comune di Atri in collaborazione con il WWF cui è affidata la gestione dell’area protetta, il Piano Strategico di Atri ha fornito un primo contributo finalizzato alla concretizzazione di una programmazione di tipo “multilevel governance”, in grado cioè di coordinare tra loro gli strumenti di pianificazione che interessano a vari livelli e scale il territorio di Atri.

Il Gruppo di Piano ha ritenuto infatti opportuno redigere un documento di indirizzo condiviso dall’Amministrazione e volto ad indirizzare gli obiettivi del PAN sulla base delle indicazioni emerse dal processo partecipativo e dalle indagini di ampio respiro condotte interdisciplinarmente nell’ambito del Piano Strategico.

Il documento, che ha lo scopo di orientare i contenuti del PAN verso l’integrazione con gli altri strumenti programmatici che governeranno il territorio di Atri da qui ai prossimi 10 – 15 anni, è stato condiviso con il Gruppo di Lavoro del PAN ed è stato successivamente ratificato dall’Amministrazione Comunale con Deliberazione di Giunta n. 7 del 23/01/2010.

Dai seguenti link è possibile scaricare il documento d’indirizzo e la Delibera di Adozione.

Deliberazione n.7 del 23/01/2010

Documento_indirizzo_PAN

Formazione elenco professionisti

L’Amministrazione Comunale di Atri ha inserito nel proprio programma politico la realizzazione di un nuovo quadro normativo e strumentale di Governance Multilivello del territorio capace di coinvolgere l’insieme delle attività economiche e sociali della città di Atri e tale da costituire la base per un mirato, concreto e soprattutto organico e sostenibile sviluppo della comunità atriana.

In perfetta coerenza con l’idea programmatica originaria e con le linee guida elaborate dal Piano Strategico sono stati selezionati i primi obiettivi da raggiungere nel breve periodo, tra i quali: la rimodulazione e redazione ex novo di alcuni fondamentali strumenti urbanistici aventi valore di cogenza normativa e come tali capaci di incidere positivamente sul governo del territorio;

Pertanto, nel corso dell’anno, si renderà necessario dare avvio al procedimento per la redazione dei seguenti strumenti di governance territoriale quali:

1)  nuovo Piano Regolatore Generale (P.R.G.)

2)  nuovo Piano Particolareggiato del centro storico di Atri (Capoluogo)

3)  Piano di Gestione area SIC (Sito di Interesse Comunitario)

4) Piano di settore – attuativo del P.T.P. (Piano Territoriale della Provincia di Teramo) – relativo all’Area Agricola del             Biotopo dei Calanchi di Atri.

Data la natura multidisciplinare dei suddetti Piani, il processo di Governance Multilivello programmato implica la necessità di affidare incarichi professionali e di ricerca anche in altre materie complementari a quelle tipiche dell’urbanistica.

A tal fine, il Comune ha predisposto la formazione di un elenco da utilizzare per il conferimento di incarichi a liberi professionisti nelle materie dell’urbanistica-paesaggistica e complementari. Dai seguenti link è possibile scaricare l’avviso pubblico e la relativa documentazione.

Albo professionistiATRI

schema domanda

Schema1

Un nuovo impulso alla riqualificazione urbana

Per rispondere all’oggettiva necessità di dare un rinnovato impulso alla realizzazione di iniziative di riqualificazione urbana anche con reperimento di finanziamenti esterni, l’Amministrazione Comunale ha consegnato alla città di Atri un ulteriore strumento regolamentare per attivare ed agevolare processi di trasformazione urbana: il Regolamento relativo agli Accordi per la Realizzazione di Programmi Urbani.

In attesa di una organica rivisitazione dei piani e programmi vigenti tale strumento sarà in grado di introdurre elementi di novità e di apportare sostanziale linfa all’iniziativa pubblica .

Il Regolamento e le recenti modifiche apportate sono scaricabili dai seguenti link:

REGOLAMENTO ACCORDI DEFINITIVOAdeguato SUP

RETTIFICA REGOLAMENTO ACCORDI

Atri entra nella rete delle Città Strategiche

LogoReCSDa gennaio 2010 Atri è entrata ufficialmente a far parte della ReCS, la Rete delle Città Strategiche, l’Associazione nazionale che lega le città che hanno scelto la pianificazione strategica come strumento per sostenere lo sviluppo urbano, attraverso un modo diverso di governare che mette in relazione attori, interessi, politiche e risorse del territorio, che facilita una programmazione coordinata e integrata e che disegna nuovi rapporti interistituzionali tra governi locali e sovralocali.

ReCS mette a confronto più competenze (politici e operatori delle città, esperti di governo locale e studiosi nazionali e internazionali), è un osservatore privilegiato in Italia sulle politiche di sviluppo locale ed è un soggetto riconosciuto nel dibattito locale e nazionale, nel mondo scientifico e nel mondo della formazione. ReCS contribuisce a costruire e consolidare il “punto di vista” delle città in Italia e in Europa e, per intervenire con maggior forza sulla politica urbana comunitaria, ReCS sta allargando i propri confini nazionali verso un network di città europee.

L’adesione di Atri alla rete è stata formalizzata il 30.01.2010 con Delibera di Giunta n. 18.